Hai bisogno di assistenza? 

Email: info@spinalbackrackitalia.it

Contattaci:  348 4912 635

VUOI SAPERE COME FUNZIONA?

UTILIZZARE BACKRACK PER LA DECOMPRESSIONE DELLA SCHIENA E IL MAL DI SCHIENA

Ci sono molti fattori che possono causare dolore alla colonna vertebrale ma, in sostanza, fino al 98% di tutti i dolori alla schiena sono causati o direttamente collegati alla compressione.
Se riusciamo a decomprimere la colonna vertebrale (cosa che fa il backrack™) possiamo trattare le cause, e quindi i sintomi, del mal di schiena.

ALLORA, COME FUNZIONA?

I pazienti vengono fatti sdraiare sulla Backrack, in posizione centrale, con le ginocchia piegate (come mostrato):
Come si può vedere dalla foto seguente, il backrack™ rispecchia la curvatura naturale della colonna vertebrale.

Di conseguenza, la schiena è completamente supportata: si appoggia in posizione neutra.
I noduli di legno si spingono verso l'alto, su entrambi i lati della colonna vertebrale. A sua volta, questo solleva le singole vertebre (come mostrato), facendole ruotare intorno alle articolazioni della schiena.

spinal backrack decompression

UTILIZZARE BACKRACK PER LA DECOMPRESSIONE DELLA SCHIENA E IL MAL DI SCHIENA

Di conseguenza, le articolazioni vengono decompresse e la colonna vertebrale si allunga. La mobilità delle articolazioni (e l'elasticità dei tessuti molli) aumenta.

Rigidità e mal di schiena sono quindi ridotti.

Inoltre, la pressione sulle articolazioni e sui dischi intervertebrali si riduce. Questo riduce il rischio di osteoartrite spinale e di rigonfiamento o ernia del disco.

infine la pression del nervo e' ridotta: questo tratta i simtomy come dolore acuto locale, sciatica e formicolio

Backrack è progettato per rimuovere qualsiasi stress indesiderato sulla colonna vertebrale!

 

Il Backrack tratta le cause (e quindi i sintomi) del mal di schiena. La colonna vertebrale viene decompressa!

Per spiegarlo nel dettaglio il suo funzionamento, però, dobbiamo prima descrivere la struttura della colonna vertebrale umana e la causa principale e sottostante del mal di schiena. Da questo, i principi di progettazione del backrack™ diventeranno chiari.

La colonna vertebrale umana è costituita da una serie di vertebre, o unità di ossa, disposte in una struttura verticale. Una struttura nota come colonna vertebrale.

 

Nei neonati, la colonna vertebrale comprende 33 vertebre distinte, o fisicamente separate. Nel tempo, tuttavia, le unità alla base della colonna si fondono insieme per formare il coccige, o "coccige", e l'osso sacro, che fa parte del bacino.

Come si può vedere dal diagramma, la colonna stessa è in realtà costituita da cinque regioni distinte.

 

Queste sono note (dall'alto verso il basso) come le:

colonna cervicale (rossa)

spina dorsale toracica (giallo)

colonna vertebrale lombare (verde)

osso sacro (turchese)

coccige (blu scuro)

 

La funzione meccanica della colonna vertebrale è duplice: deve fornire un supporto strutturale al corpo e permettere di muoversi liberamente in tre dimensioni (piegandosi e ruotando se necessario).

 

Per raggiungere questo obiettivo, le vertebre delle tre sezioni superiori devono potersi muovere l'una rispetto all'altra, senza compromettere la rigidità strutturale della schiena. Questo si ottiene con l'uso di articolazioni a sfaccettatura, che bloccano le vertebre tra loro, consentendo al tempo stesso un movimento articolato (un autocarro articolato fornisce un'utile analogia).

Le articolazioni si chiamano articolazioni a sfaccettatura, perché si formano quando le facce di due ossa si uniscono. In contrasto, ad esempio, con l'articolazione dell'anca, che consiste di una palla e di una cavità.

Le articolazioni a faccette sono molto brave a consentire un'ampia gamma di movimenti. Per esempio, ci permettono di piegarci in avanti, all'indietro e di lato; ci permettono anche di ruotare (sia a sinistra che a destra) e di combinare questi diversi movimenti. Confronta questo, per esempio, con il ginocchio, che permette di piegarsi in una sola direzione: non è possibile piegarlo di lato, o ruotarlo molto lontano.

Purtroppo, anche le articolazioni delle faccette possono essere compresse con relativa facilità (dove le facce scivolano troppo lontano l'una verso l'altra). Quando ciò accade, le vertebre della colonna vertebrale non possono più muoversi liberamente; a sua volta, questo ci impedisce di muoverci liberamente. In parole povere, diventiamo rigidi. Oltre a questo, proviamo dolore alla schiena. In realtà, fino al 98% di tutti i dolori alla schiena sono causati o direttamente collegati alla compressione di queste articolazioni.

Se volete capire questo in modo più dettagliato, visitate la nostra sezione sull'Anatomia della schiena.

VEDIAMO ORA COME FUNZIONA

I pazienti sono istruiti a sdraiarsi sull'attrezzo in posizione centrale, con le ginocchia piegate 

spinal backrack decompression

Come si può vedere dal diagramma, la backrack rispecchia la curvatura naturale della colonna vertebrale. Di conseguenza, la schiena è completamente supportata: si appoggia in posizione neutra.

Questo è molto importante: il backrack è progettato per rimuovere qualsiasi stress indesiderato sulla colonna vertebrale. Esso applicherà anche lo stress desiderato.

In questa posizione, la colonna vertebrale è fisicamente sospesa nel canale centrale.

Ora, ogni vertebra ha diversi processi, sottili unità di osso che si estendono dalla sezione principale.

I processi trasversali si estendono da entrambi i lati della vertebra: questi si trovano sui rulli di legno. Il processo spinoso si estende nella parte posteriore (si può vedere, e sentire, appena sotto la pelle al centro della schiena): questo si trova, sospeso nel canale centrale. Il processo spinoso non ha alcun peso.

Il diagramma, qui sotto, mostra cosa succede da una vista laterale del backrack:

Il quadrato nero sul lato sinistro viene riprodotto e poi ingrandito, sul lato destro.

I rulli di legno si spingono verso l'alto sotto i processi trasversali. A loro volta, questo solleva le singole vertebre, facendole ruotare intorno alle articolazioni della sfaccettatura. Come risultato di ciò, le articolazioni vengono decompresse e la colonna vertebrale si allunga. La mobilità delle articolazioni (e l'elasticità dei tessuti molli) aumenta; la rigidità è quindi ridotta.

Ricordiamo che fino al 98% di tutti i dolori alla schiena sono causati o direttamente collegati alla compressione delle faccette articolari. Se riusciamo a decomprimere queste articolazioni, cosa che fa il backrack™, possiamo trattare le cause (e quindi i sintomi) del mal di schiena.

Oltre a questo, la pressione sulle articolazioni e sui dischi intervertebrali si riduce. Questo riduce il rischio di osteoartrite spinale e di rigonfiamento o ernia del disco.

Infine, si riduce la pressione sui nervi spinali, che tratterà sintomi come il dolore acuto locale, la Sciatica e gli Spilli e gli Aghi.