Mal di schiena? Cause e rimedi



Il mal di schiena è un disturbo molto comune: secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità è la prima causa di disabilità al mondo. Fortunatamente, però, ci sono molti modi per evitarlo e per porvi rimedio, incluse semplici modifiche del proprio stile di vita e la chirurgia è solo l'ultima delle possibili soluzioni al problema.



Che cos'è il mal di schiena?


Il mal di schiena può colpire a qualsiasi età. La sua associazione con un peso eccessivo, la mancanza di esercizio fisico o movimenti sbagliati è stata studiata a lungo, ma gli esperti non sono ancora giunti a una risposta definitiva sul ruolo giocato da questi fattori nello sviluppo del dolore. Ciò che si sa è che alcuni problemi psicologici, come l'ansia e la depressione, aumentano il rischio di mal di schiena. Anche in questo caso, però, i motivi alla base dell'associazione non sono noti.



Quali sono le cause del mal di schiena?


Spesso il mal di schiena non ha una causa ben definita. Tuttavia ci sono condizioni più frequentemente associate alla sua comparsa, come strappi muscolari o tendinei, ernie, artrite, problemi alla colonna vertebrale e osteoporosi.



Quali sono i sintomi del mal di schiena?


Il mal di schiena si può manifestare con dolori muscolari, un dolore acuto o lancinante che si può estendere anche alle gambe, una riduzione della flessibilità della schiena e dei movimenti e difficoltà a mantenere la posizione eretta.



Come prevenire il mal di schiena?


La migliore arma contro il mal di schiena è la prevenzione. Per mantenere la schiena in salute sono consigliati:


un esercizio fisico regolare;


una postura corretta: è importante cambiare spesso posizione per evitare di sovraccaricare la schiena;


una sedia che offra un buon supporto alla schiena e alle braccia.


È inoltre importante imparare ad alzarsi, quando si è seduti, facendo forza sulle gambe e le ginocchia senza piegare la schiena in avanti ed evitare movimenti che potrebbero causare traumi, ad esempio sollevare da soli pesi eccessivi.


Diagnosi



Una visita obiettiva verificherà la capacità di alzarsi, sedersi, camminare e sollevare le gambe. A volte vengono anche misurati i riflessi.
In base all'esito della visita il medico può prescrivere analisi più approfondite per accertare l'origine del dolore. In particolare potrebbero essere consigliati:


  • una radiografia;

  • una risonanza magnetica;

  • una scintigrafia ossea;

  • un'elettromiografia.

  • Trattamenti 



Rimedi



Per alleviare il mal di schiena, molte persone si affidano ad antidolorifici, farmaci antinfiammatori o miorilassanti, cerotti e alle infiltrazioni, ma nessuno di questi prodotti agisce realmente sulla vera causa del mal di schiena, che molto spesso è da andare a ricercare in cause apparentemente nascoste al paziente.


I farmaci da banco forniscono un sollievo temporaneo dal dolore ma non affrontano però la causa alla base del tuo dolore.

Molti di essi hanno effetti collaterali indesiderati, per cui l'uso prolungato di questi farmaci non è affatto positivo.


I cerotti medicati sono prodotti a uso cutaneo che si applicano sulla pelle e rilasciano definite quantità di farmaco in modo controllato e costante.

Vengono usati in genere per il trattamento locale del dolore e dell’infiammazione; i principi attivi più utilizzati la cura di questi disturbi sono i cosiddetti farmaci antinfiammatori non steroidei.


Molte persone per ridurre temporaneamente il dolore ricorrono alle iniezioni epidurali.


Cos'è un'iniezione epidurale?

Le iniezioni epidurali sono un'opzione di trattamento comune per molte forme di dolore alla schiena e alle gambe.
Sono state utilizzate per i problemi alla schiena dal 1952 e sono ancora parte integrante della gestione non chirurgica della sciatica e del mal di schiena.
L'obiettivo dell'iniezione è il sollievo dal dolore; tuttavia, questo è solo un sollievo temporaneo e non si occupa delle cause ma solo dei sintomi, il che significa che il dolore si ripresenterà.


In altri casi è necessario affidarsi alla fisioterapia.
In quest'ultimo caso possono essere utili trattamenti con il calore, ultrasuoni, stimolazione elettrica e tecniche di rilassamento muscolare, ma una volta ridotti i sintomi saranno necessari anche esercizi per aumentare la flessibilità, rinforzare i muscoli della schiena e gli addominali e migliorare la postura.


Ciò che è fondamentale, è affidarsi a rimedi che agiscano sulla causa del dolore e non solo sui sintomi.


Se si agisce solo sui sintomi, infatti, si avrà solo un sollievo temporaneo ma il mal di schiena prima o poi tornerà e continuerà a tormentarti.

Agire sulle cause del dolore, invece, ti garantisce una probabilità molto più alta di liberarti del dolore per sempre.


Ecco perché abbiamo inventato il Backrack, un nuovo e rivoluzionario attrezzo dalla tecnologia innovativa per la prevenzione e la cura del mal di schiena.


Grazie alla sua particolarissima forma che rispecchia la naturale curvatura della colonna vertebrale, Backrack lavora direttamente sulle cause del dolore decomprimendo la colonna vertebrale.

Trattando le cause piuttosto che i sintomi, si possono eliminare i dolori.

Per sempre. 


Scopri di più sul Backrack, clicca sulla foto qui sotto e scopri come può eliminare il tuo mal di schiena ▼



Ultimi articoli inseriti

Chi si affida alla chirurgia può andare incontro a complicazioni mentre gli antidolorifici non fanno altro che confondere la nostra mente attenuando i recettori del dolore: questo fa sì che il problema principale non venga trattato adeguatamente.

Se hai mai sofferto di mal di schiena, sai quanto fastidioso e, nel peggiore dei casi, doloroso possa essere. Non è facile affrontare questa problematica, molte persone passano anni a cercare un trattamento efficace per alleviare il mal di schiena.

La colonna vertebrale è divisa in tre regioni: colonna vertebrale 𝐜𝐞𝐫𝐯𝐢𝐜𝐚𝐥𝐞, 𝐭𝐨𝐫𝐚𝐜𝐢𝐜𝐚 e 𝐥𝐨𝐦𝐛𝐚𝐫𝐞. La colonna lombare è associata alla regione inferiore della colonna vertebrale. È costituita da cinque vertebre da L1 a L5 (L1 è la vertebra lombare dal corpo vertebrale più piccolo, mentre L5 è la vertebra lombare dal corpo vertebrale più grande).
 

Il mal di schiena, purtroppo, non fa distinzioni d’età: ne soffrono sia i giovani che gli anziani. Gli esperti stimano che circa 80% della popolazione soffrirà di mal di schiena almeno una volta nell’arco della vita.

 

𝐌𝐨𝐥𝐭𝐞 𝐯𝐨𝐥𝐭𝐞 𝐚𝐜𝐜𝐚𝐝𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐢 𝐩𝐚𝐳𝐢𝐞𝐧𝐭𝐢, 𝐝𝐨𝐩𝐨 𝐮𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐢𝐨𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐫𝐢𝐩𝐫𝐞𝐬𝐚, 𝐦𝐚𝐧𝐢𝐟𝐞𝐬𝐭𝐢𝐧𝐨 𝐧𝐮𝐨𝐯𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐢 𝐝𝐨𝐥𝐨𝐫𝐢 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐞𝐦𝐛𝐫𝐚𝐯𝐚𝐧𝐨 𝐬𝐮𝐩𝐞𝐫𝐚𝐭𝐢.

Il dolore alla schiena è molto comune e legato ad uno stile di vita sedentario, a posture scorrette, ad obesità o ad un naturale invecchiamento della colonna. Scopri di più su cause e sintomi del mal di schiena.